Coltivazione e cura delle piante di limone
Vota questo articolo

 Coltivazione e cura delle piante di limone

 

ORIGINE

Il limone è una piante originaria dell’Asia, si hanno scritti di questo agrume dal profumo inconfondibile risalenti al del 2200 a.C.  Fu Alessandro Magno il primo a farlo conoscere in tutta Europa.

In Europa la prima coltivazione si ha in Sicilia, patria indiscussa degli agrumi in generale.

FIORITURA E PRODUZIONE

Queste bellissime piante si possono coltivare piuttosto in maniera semplice,  il periodo della fioritura è molto lungo, diciamo che va da febbraio fino all’estate e la produzione si ha dall’inizio dell’autunno fino a primavera. Spesso può accadere che la pianta abbia sia fiori che frutti nello stesso momento. Il fogliame è verde brillante, può variare da verde chiaro a verde scuro. I fiori del limone sono chiamati zagare e si presentano bianchi con 5 petali.

 

COLTIVAZIONE

Il limone predilige un’esposizione di pieno sole, non ama l’ombra anzi un’esposizione poco soleggiata comprometterebbe la sua vitalità. Queste piante necessitano di un terreno mediamente argilloso, potrete utilizzare del terriccio specifico per agrumi che si trova facilmente in vendita. Se vorrete coltivare i limoni in vaso ricordatevi di mettere uno strato alla base di argilla espansa in modo da renderlo ben drenante.

IRRIGAZIONE

Le irrigazioni per le piante di agrumi sono molto importanti, in inverno facciamo molto spesso l’errore di annaffiare troppo poco, specialmente se coltiviamo gli agrumi in vaso, quando invece andrebbero di tanto in tanto bagnate, nel periodo più caldo dovremo intensificare le annaffiature, infatti nelle giornate estive sara necessario bagnare le piante tutti i giorni, in primavera sarà sufficiente una o due volte alla settimana.

POTATURA 

Le potature si effettuano subito dopo la raccolta dei frutti, prima della nuova fioritura. Per la potatura degli agrumi basterà alleggerire la chioma ed eliminare i rami secchi.

 

CONCIMAZIONE

Possibilmente le concimazioni del limone andrebbero effettuate con un fertilizzante specifico che contenga microelementi che aiuteranno la piante nello sviluppo e nella produzione. Potrete utilizzare anche un concime organico ma avrete carenza di microelementi in questo caso. Le concimazioni si possono effettuare durante tutto l’anno, avrete l’accortezza di ridurre le dosi nel periodo invernale, comunque troverete tutti i dosaggi nelle etichette dei concimi.