Estratto di ortica: come prepararlo e come usarlo
5 (100%) 1 vote

Estratto di ortica: come prepararlo e come usarlo

Urtica Dioica o comunemente conosciuta come Ortica, una pianta perenne che col suo fusto eretto raggiunge anche altezze di 250 cm. Le sue foglie sono seghettate e opposte di colore verde scuro nella parte superiore mentre nella parte inferiore sono più chiare e leggermente pelose.

Le foglie e il fusto sono coperti di peli che contengono una sostanza urticante. Quello spiacevole prurito, che sentiamo quando la tocchiamo è infatti dovuto al fluido contenuto, che dopo poco tempo sparisce.

L’ortica viene utilizzata in ambito tessile, in cucina e anche come medicinale.

Da sempre ma in notevole crescita, l’estratto o macerato di ortica, è utilizzato come insetticida e fungicida totalmente biologico in agricoltura.

Le ortiche vengono raccolte e messe a macerare nell’acqua dopo di che si ottiene un estratto che spruzzato sulla pianta da buoni risultati contro alcune malattie fungine, come moniliosi e alternaria, ed in grado di ostacolare lo sviluppo di afidi, tignola e acari.

Il macerato ottenuto può essere utilizzato per tutte le piante, sia sulle ornamentali che sulle orticole.

Prepariamolo in casa

L’estratto di ortica è semplice da preparare, sarà sufficiente raccogliere le ortiche, radici comprese, riporle all’interno di un secchio ampio e coprire con acqua, dunque chiudetelo con un coperchio.

Trascorsi venti giorni il vostro prodotto sarà pronto. Filtratelo e riponetelo in una bottiglia chiusa.

Ora potrete utilizzare il macerato di ortica semplicemente spruzzandolo sulle vostre piante.

Trovare tante ortiche e preparare il prodotto potrebbe non essere semplice, ecco perchè in commercio è possibile trovare l’estratto di ortica già pronto all’uso.

E’ un prezioso alleato naturale: aiuta a combattere afidi e acari sia sulle piante da frutto che sulle ornamentali, è in grado di prevenire le malattie fungine ed è anche un ottimo fertilizzante.

Grazie alla fermentazione delle foglie di ortica nell’acqua, l’estratto è ricco di acido formico e salicilico.

Naturen estratto di ortica

È importante precisare che si tratta di un prodotto che esercita al meglio la sua azione in modo preventivo, per evitare l’arrivo di muffe e parassiti: quindi deve essere applicato con regolarità da aprile a settembre, anche se non ci sono parassiti. Mentre gli agrofarmaci sono utili per debellare una infestazione già in atto, l’estratto di ortica dà alla piante tutti gli strumenti per evitare di diventare oggetto di attacchi. Il prodotto è inoltre capace di fornire alle piante trattate, tutto l’aiuto necessario per superare gli stress abiotici.